Home » Curiosità » Intervista alla guida alpina Freerider Jimmy Sesana
Alpine guide freerider

Intervista alla guida alpina Freerider Jimmy Sesana

Jimmy Sesana è originario di Torino, vive nell’incantevole Valle d’Aosta da poco più di 20 anni.
Nato nel 1969, è diventato Guida Alpina nel 2009. Grande appassionato di sci fuoripista, predilige la stagione inverno-primavera dove si esprime al meglio nel freeride, nello sci-alpinismo e nello sci ripido.
Nel corso della sua carriera di guida alpina freerider ha percorso innumerevoli discese giudicate tra le più performanti ed emozionanti al mondo, tra queste citiamo il Lyskamm, lo Sperone della Brenva, il couloir Couturier all’Aiguille Verte, le Grandes Jorasses, le Lenzspitze e il Monch.
Il suo sogno è quello di riuscire a sciare tutto l’anno: quando in Europa è estate, scendere sotto l’Equatore, in Cile, Argentina o Nuova Zelanda, e continuare a essere in montagna con gli sci ai piedi…
Vista la sua grande esperienza come guida alpina freerider il Saint-Vincent Resort & Casino ha attivato una collaborazione insieme a lui per promuovere la disciplina del Freeride in Valle d’Aosta e avvicinare a questo sport gli ospiti del Resort…

freerider Jimmy Sesana

Ciao Jimmy, hai una grande passione per il freeride, questa è diventata negli anni la tua principale occupazione e fonte di reddito, ritieni che la Valle d’Aosta sia un luogo privilegiato per questa disciplina?
Senza ombra di dubbio la Valle d’Aosta ha un potenziale enorme per quanto riguarda il freeride. Ci sono tante montagne bellissime e tutte relativamente vicine. Il binomio vincente, secondo me, è usare sia gli impianti di risalita che le pelli di foca : in poco tempo e con poca fatica si possono fare discese eccezionali. Peccato che non ci sia apertura mentale : ad esempio, in questo mese di maggio tutti gli impianti sono chiusi mentre sulle montagne ci sono ancora condizioni di innevamento eccezionali!! Si guarda solo agli eventuali costi di gestione senza tener conto di quanta gente vorrebbe ancora sciare…

Completa questa frase: Per me la montagna è…
…Difficile rispondere con poche parole e senza cadere nella retorica. La montagna (e diciamo “lo sci in montagna.”..) è la mia vita, la mia fede, il luogo dove mi sento libero, dove sono più spesso felice, la montagna è il mio credo, la mia passione, il luogo dove viene fuori ciò che si è veramente.

Come è nata in te la passione per il freeride?
La passione per lo sci fuoripista, che adesso va di moda chiamare freeride, è nata spontaneamente, senza forzature: scio fin da quando avevo 3 anni e, ancora adesso, non sono mai stufo di sciare. Tutto è molto semplice e si riduce ad una domanda ed una risposta: “perchè scio? Perchè mi rende profondamente felice“. Non c’è stato un episodio simbolico che abbia fatto nascere la passione. Semplicemente ho cominciato da bambino a fare una cosa che, ancora adesso, mi fa stare bene.

Tra le innumerevoli discese che hanno contraddistinto la tua grande carriera qual’è quella che ritieni essere la più impegnativa? e come mai?
Tecnicamente 2 sono le discese che mi hanno impegnato di più: la parete nord dell’Aiguille du Midi nel ’99 e la nord del Breithorn nel 2000, entrambe sono ripide e, quando le ho sciate, c’era molto ghiaccio a vista…

Quali sensazioni provi durante una discesa?
Per parlare delle sensazioni di una discesa non basterebbero 10 interviste… Comunque è un mix di sensazioni forti: sicuramente c’è il rispetto per il luogo in cui sei, facile o difficile che sia, c’è la fiducia nelle proprie capacità, la massima concentrazione, non c’è spazio per altri pensieri…. una sorta di paura “controllata” che ti fa stare pronto a tutto, forse anche una vena d’ironia che ti fa dire: “…sono proprio un matto ad essere qui, ma ho bisogno di questo per stare bene…”. Ecco, in sintesi, è più o meno così….

Quale legame ti lega alla Valle d’Aosta?
Vivo in Valle d’Aosta da ormai 24 anni: ho passato più anni qui che a Torino, credo sia molto difficile trovare un posto con così tante montagne e così poca distanza tra loro: ovunque ti giri ci sono montagne da sciare. Basta avere voglia e motivazione: è un luogo unico per chi ha questa passione!

Il Saint-Vincent Resort & Casino offre la possibilità ai suoi ospiti di poter sperimentare l’adrenalina e le grandi emozioni del freeride, secondo te è possibile associare l’adrenalina di questa disciplina all’adrenalina che si sperimenta nell’azzardo?
Ho pensato spesso alle similitudini tra il gioco d’azzardo e lo sci che faccio io. Ci sono punti in comune. Il rischio è sicuramente uno di questi: la scelta di rischiare tutto, la vita o la rovina economica, per qualcosa che non si può spiegare, per alcune persone è fonte di felicità.
Credo che, se non fossi una Guida Alpina, se non avessi le sensazioni forti dallo sport che faccio, potrei essere un giocatore d’azzardo… Posso anche dire una differenza tra le due attività: nel gioco, in alcuni giochi di carte come ad esempio il Poker, puoi “bluffare” e, se sei bravo, vinci lo stesso anche senza carte buone. In montagna, nel tipo di sci che faccio, è quasi impossibile che il “bluff” riesca. Meglio non provare, direi….
Resta un fatto certo, assoluto e indiscutibile che accomuna molto il mio Sci ed il gioco d’azzardo: è la fortuna o il destino che dice l’ultima parola. Lo sciatore più forte e il giocatore più bravo non possono farcela senza l’aiuto della Dea Bendata…

Grazie Jimmy per la tua grande disponibilità e per la passione che riesci a trasmettere a tutti gli amanti del freeride e a coloro che si stanno approcciando a questa disciplina!

Guida alpina Freerider

Vivi le grandi emozioni del freeride con la sicurezza e la passione che la guida alpina Jimmy Sesana sa trasmettere, prenota la tua esperienza sul nostro sito web!

Lascia il tuo commento sull’intervista alla guida alpina Freerider Jimmy Sesana

Review Overview

User Rating: 3.53 ( 9 votes)

Guarda anche

Eventi a Saint-Vincent estate 2015

Estate 2015 a Saint-Vincent

Una grande estate 2015 sta prendendo vita qui a Saint-Vincent! Molti imperdibili eventi sono stati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *