Home » Poker » interviste » Intervista a Domenico Mimmo Battaglia – Tournament Director della Poker Room del Saint-Vincent Resort & Casino

Intervista a Domenico Mimmo Battaglia – Tournament Director della Poker Room del Saint-Vincent Resort & Casino

Se siete giocatori di Poker ed avete partecipato a qualche torneo live organizzato presso la Poker Room del Saint-Vincent Resort & Casino, allora non potete non conoscere il grande Domenico “Mimmo” Battaglia, Tournament Director della Poker Room numero uno in Italia, persona dal grande carisma, molto apprezzato per la sua professionalità sia dal Management del Casino sia, soprattutto, dai giocatori, professionisti e non, che partecipano ai tornei da lui diretti.
Noi lo abbiamo incontrato per Voi ed abbiamo voluto coinvolgerlo in una piccola intervista per conoscerlo meglio:


– Caro Mimmo, raccontaci come è nato il tuo rapporto lavorativo con il Saint-Vincent Resort & Casino:

Diciamo che ho iniziato in un piccolo circolo di Poker a Torino e poi grazie a Italian Rounders, nella persona di Domenico Tresa, ho iniziato a lavorare nei Casino fino ad entrare a Saint-Vincent… dopo qualche mese il Casino ha voluto un rapporto diretto con me e questo è il 5° anno che lavoro per il Saint-Vincent Resort & Casino…       

Quali sono secondo te le qualità più importanti per un Tournament Director di Poker?

Le qualità… non so se ci vogliono qualità… a me viene tutto naturale, è il mio habitat ideale la poker room. Chiaro che un Tournament Director deve avere conoscenza del gioco, attenzione a tutti i particolari, tanta, tanta pazienza e buon senso e saper parlare e dialogare con tutti… dopodiché è fondamentale uno staff di persone valide e motivate…
In tutti questi anni ho avuto modo di creare un gruppo importante di ragazzi (dealers e floormen) ed oggi posso andare fiero della loro professionalità e serietà….

Questo non è certo un lavoro usuale, ne tanto meno un lavoro semplice da portare a termine, come hai raggiunto i livelli di professionalità che dimostri ad ogni torneo organizzato dal Saint-Vincent Resort & Casino? Hai per caso studiato su libri specifici, sei stato formato da qualcuno o è l’esperienza diretta la chiave di tutto?

Di certo non è un lavoro usuale… diciamo che l’esperienza che ho maturato l’ho fatta sul campo: ho avuto modo e la fortuna all’inizio di lavorare con Toutnament Director già affermati ed ho preso un po’ da tutti ma anche dai dealer e dai floor… c’è sempre da imparare qualcosa da tutti! Ma uno su tutti mi ha dato modo di imparare ed amare questo lavoro, Rudy Zirio, secondo me uno dei migliori Tournament Dircetor. Ancora oggi ci sentiamo e se devo chiedere qualche chiarimento è sempre lui il mio punto di riferimento. 
Oltre a questo è ovvio che sia il campo a  formarti sempre di più, ogni torneo è sempre una nuova scommessa e anche se ormai possiamo organizzare qualsiasi evento c’è sempre da migliorare…

Vorremmo che ci parlassi del panorama italiano di Poker. Come si sta sviluppando il Texas Hold’em in Italia secondo te?

Il Texas Hold’em oggi, secondo me, è arrivato al punto in cui tutti vogliono provare a giocare… Il Poker è un gioco meraviglioso ma bisogna sempre giocare tenendo ben presente i propri limiti, mai andare oltre…
Quando si nomina la parola poker sembra che sia una parola sporca… invece il poker modalità torneo è uno stupendo gioco democratico dove tutti partono alla pari, senza nessun vantaggio per nessuno… C’è ancora molto da fare ma secondo me col tempo il poker potrà diventare uno sport, con qualche modifica, ma sicuramente bello da praticare, dove con pochi soldi puoi, tramite tornei satellite, partecipare a grossi eventi…

– Vista la tua grande esperienza ne avrai visti tanti di professionisti del Poker, vorremmo chiederti quali sono le qualità più importanti che un buon giocatore deve possedere e chi sono i giocatori più abili in questo momento secondo te?

Secondo me un giocatore di poker deve avere come qualità la pazienza, la padronanza del tavolo, molta conoscenza e studio… poi è chiaro che è un gioco di carte e un po’ di fortuna non guasta mai!
Ci sono dei giocatori che ammiro per la loro bravura… ma al tavolo non l’ho mai detto per questione di professionalità! Quando organizzi e dirigi un torneo dal circuito molto conosciuto ci sono molti professionisti al seguito, tra questi mi ha colpito, uno su tutti, Daniele Mazzia: non l’ho mai visto arrabbiato per una mano persa malamente… professionalità ed educazione sono le prerogative dei migliori, Vi posso citare anche Alessandro Minasi, Salvatore Bonavena, Rocco Palumbo e tantissimi altri… la lista sarebbe lunghissima…

Raccontaci un tuo sogno in ambito pokeristico:

Il mio sogno pokeristico….hehehehe organizzare e dirigere le WSOP a Las Vegas… Ma anche il primo e vero campionato italiano, chiaramente a Saint-Vincent…

La stagione 2013 di Poker Texas hold’em nella Poker Room del Saint-Vincent Resort & Casino è appena iniziata, quali saranno gli appuntamenti più importanti di quest’anno?

Si è appena conclusa la 3° tappa de Gli Assi di Poker Club, record di players sia al Main Event che al Side, ci ha dato molte soddisfazioni… a febbraio per la prima volta  a Saint-Vincent sbarcano il Mini IPT e l’IPT di  Pokerstars, a maggio l’ISOP,  a dicembre il PPT… questi sono quelli ufficiali, poi sicuramente ci saranno altri eventi che metteremo in programma, senza dimenticare i nostri tornei settimanali…

– Per i giocatori con una bankroll più limitata offrite comunque la possibilità di venire a giocare in Poker Room?

Nella nostra Poker Room diamo la possibilità di giocare a tutti… ogni mese c’e’ sempre un freeroll gratuito o da 20€, poi tornei da 50-100 e 150 €  fino ad arrivare ai tornei dai buy-in più alti. Anche per questi, però, per chi non può permetterseli, ci sono i nostri tornei satelliti che danno la possibilità di parteciparvi… Per tenervi aggiornati basta visitare il nostro sito

– Grazie Mimmo per la tua cortesia nel rispondere alle nostre domande, ti chiediamo se vuoi aggiungere qualcosa o salutare qualcuno…

Grazie a Voi, voglio salutare tutti i giocatori e fare una raccomandazione: per fare in modo che il poker continui ad andare avanti dipende da Voi, vivetelo come sport con correttezza lealtà e amore… PERCHE’ IL POKER SIETE VOI, un saluto a tutti e ancora grazie….CI STA…




Guarda anche

Mirko Palermo

Intervista a Mirko Palermo – 2° classificato del Torneo di Halloween

Dopo l’intervista al primo classificato del Torneo di Halloween abbiamo deciso di pubblicare anche l’intervista …

Un commento

  1. Ci STA tutto ciò che ha detto il mitico Mimmo,da parte mia complimenti davvero,non è facile gestire simili eventi,l’ambiente sereno tranquillo e allegro fanno sì che ogni giocatore anche quelli “piccoli” come me si sentano a proprio agio. Dopo il grande successo degli Assi di Poker Club,appuntamento alla prossima e con piacere visto il programma del 2013.GL Patty

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *