Home » Curiosità » 9 dicembre 2011 – Carmine Faraco al Casino de la Vallée | Saint-Vincent

9 dicembre 2011 – Carmine Faraco al Casino de la Vallée | Saint-Vincent

Carmine Faraco nasce a Napoli il 1962. Inizia molto giovane a fare pianobar con il nome di “Re del night”. La sua fama inizia a diffondersi grazie alla partecipazione in alcuni film molto famosi come “Ricomincio da tre”, “Il tassinaro” e “L’allenatore nel pallone”.

Ma la sua attività non si limita al grande schermo, comprende, infatti, apparizioni in programmi televisivi come il mitico Maurizio Costanzo Show, edizione 2003, in radio e in alcuni spettacoli teatrali.
Nel 2007 entra a far parte del cast dei comici di Colorado Café. Qui impersona L’uomo dei Pecchè, in cui analizza in maniera dissacrante i testi di canzoni più o meno famose, ulteriormente ridicolizzate nel momento in cui paragona i vari cantanti e cantautori italiani (come Antonello Venditti, Franco Battiato, Alex Britti, Tiziano Ferro, Gigi D’Alessio e altri) alle grandi band inglesi come “i Genesis, i Pink Floyd, i Deep Purple“.
Nel marzo 2010 partecipa allo show di Gigi D’Alessio Gigi – Questo sono io.
Il 5 maggio 2011 è stato pubblicato il suo primo brano, Pecchè (Perché), in cui riprende gli stessi temi dei suoi sketch più popolari.
Guarda un suo Sketch

Carmine Faraco sarà ospite del Casino de la Vallée | Saint-Vincent il prossimo 9 dicembre 2011, tutte le informazioni sono reperibili qui.

Guarda anche

Intervista a Beppe Dossena

Intervista a Beppe Dossena fondatore dell’Associazione Cerchio Azzurro

Il Saint-Vincent Resort & Casino ha ospitato e patrocinato l’importante iniziativa Football Legend European Golf Championship, tenutasi …

Un commento

  1. Spettacolo aperitivo, una nuova formula targata Casino de la Vallée.

    Ha preso il via questa sera, 9 dicembre, al Ristorante Brasserie du Casino con Carmine Faraco, conosciuto dal grande pubblico come “L’uomo dei Pecchè”.

    Locale pieno, con le 130 persone intervenute a questo singolare appuntamento, entusiaste dello show dell’artista napoletano che ha coinvolto la platea con le sue teorie dissacranti dei testi di canzoni famose, ulteriormente ridicolizzate quando analizza cantanti e cantautori italiani come Venditti, Battiato, Britti, Ferro, D’Alessio e altri ancora e li confronta con i grandi gruppi internazionali come Genesis, Pink Floyd, Deep Purple.

    Un successo inaspettato per la Casa da Gioco valdostana che certamente riproporrà questo format, visto il gradimento del pubblico presente alla prima serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *